Salame con aceto e cipolla, ed è subito trattoria friulana

Il salame con aceto e la cipolla è un piatto molto antico cucinato principalmente in ambiente contadino friulano, il classico “Salam tal aset”.

Per preparare questa pietanza completa e gustosa, bisogna utilizzare del salame fresco, che abbia non più di 15 giorni, perché altrimenti, in fase di cottura, si seccherebbe.

Se servito in porzioni ridotte, il salame con aceto può costituire anche un saporito antipasto. Mentre, invece, se accompagnato da un soffritto di cipolla e fette di polenta bianca abbrustolita, può essere considerato tranquillamente un piatto unico.

Un altro accompagnamento ideale per questa ricetta è composto da patate lessate tagliate a rondelle e aromatizzate con chiodi di garofano.

Gli ingredienti.

Ingredienti per 4-5 persone:

  • 10 fette grosse di salame fresco (massimo di 15 giorni)
  • 2 cipolle
  • 1 cucchiaio di olio di semi
  • 0,3 dl di aceto di vino bianco
  • sale

La ricetta.

Mettete due cucchiai d’olio nella padella antiaderente, fate soffriggere due cipolle grandi, aggiungete un po’ di sale. Quando sono ben cotte, ma non dorate, adagiate le fette di salame e lasciatele cuocere a fuoco vivo per tre minuti.

Giratele altri tre minuti, buttate tre cucchiai di aceto, lasciate evaporare e servite subito. L’ideale sarebbe accompagnarle con la polenta abbrustolita. Vino consigliato: Friuli Latisana Franconia.

(Visited 5.056 times, 3 visits today)

Note sull'autore