Il whisky ora parla friulano, iniziata la produzione delle prime 200mila bottiglie

Il whisky prodotto da Bottega a Fontanafredda.

Il primo whisky veneto-friulano, completamente italiano, verrà prodotto a Fontanafredda nel pordenonese, all’interno dello stabilimento di 12 mila metri quadri che Bottega spa, conosciutissima azienda vinicola trevigiana, ha da poco inaugurato e dove ospita la logistica e un impianto per la realizzazione di alcune grappe e del gin. Con un investimento di circa 2,5 milioni di euro, con impianti sofisticatissimi e un modo di produrre complicato, alla Bottega si pensa di poter produrre, sin dal primo anno, almeno 200 mila bottiglie di whisky per poi portale a un milione nello spazio di 5-7 anni.

La nuova distilleria sarà pronta verso la fine dell’estate e per questo periodo verranno assunte numerose persone che verranno formate per diventare degli esperti e validi collaboratori. “Il nostro whisky – racconta Sandro Bottega a capo dell’azienda veneta – sarà veramente particolare. Innanzitutto le materie prime, dal luppolo all’orzo, al grano, saranno italiane, dei cereali meravigliosi che solo in Italia possono crescere così floridi e buoni. Poi invecchieremo il prodotto in botti già utilizzate per l’Amarone così ne scaturirà un distillato speciale”. Bottega ha chiuso il 2021 con un fatturato di 67,7 milioni di euro, +50% rispetto al 2020 e più 8 milioni contro il 2019.

(Visited 15.131 times, 1 visits today)
Autore: Redazione

Note sull'autore