Bar e spogliatoio, il nuovo chiosco fa rinascere lo sport a Savorgnano

Il taglio del nastro a Savorgnano del Torre

Nuovo bar e spogliatoio per gli impianti sportivi di Savorgnano.

Con bar e spogliatoi nuovi di zecca, rinascono gli impianti sportivi di Savorgnano. Lo ha evidenziato, proprio a Savorgnano del Torre, lo stesso presidente del Consiglio regionale del Friuli Piero Mauro Zanin, rappresentando l’intera Assemblea legislativa in occasione della cerimonia organizzata per inaugurare la struttura polifunzionale annessa all’area festeggiamenti e al campo sportivo Te Tor.

Un’occasione particolarmente sentita perchè, ha aggiunto il presidente, “nonostante tutte le difficoltà incontrate alla fine ha prevalso la volontà di una comunità che si incontrava qui 25 anni or sono. Un sentito ringraziamento è stato quindi rivolto a tutti coloro che si sono adoperati, hanno tenuto duro e non si sono fatti spaventare e stancare da tutti gli intoppi che si sono manifestati strada facendo nell’arco di cinque lustri”.

La struttura, collocata lungo la strada regionale Ud 77 (bar e cucine da un lato, spogliatoi sul versante opposto attiguo al campo di calcio), è stata realizzata su un’area demaniale in concessione di 47mila metri quadrati grazie al contributo finanziario della Regione Fvg e del Comune di Povoletto. Un fabbricato che è già stato messo a disposizione delle attività
sociali, sportive e ricreative e che ospita la kermesse ludico-motoria “Tra la Tor e lis culinis”, in attesa di ulteriori perfezionamenti che riguarderanno il rettangolo erboso, l’area camper, un percorso fitness e la zona dedicata ai bimbi.

Il tradizionale taglio del nastro a più mani ha chiuso un incontro al quale hanno partecipato (in qualità di associazioni consorziate e coinvolte nella gestione dell’area, rappresentate da Manuel Tarnold) anche la Pro Loco di Savorgnano, la sezione locale dell’Ana, l’Apd Grigioneri e i Ciclisti Grigioneri.

I vertici dell’amministrazione comunale di Povoletto hanno ricordato il percorso articolato e difficile fin qui coperto, definito un’autentica Odissea. Il passo compiuto avvia anche un progetto di rilancio e di riqualificazione della frazione di Savorgnano del Torre, valorizzando anche l’aspetto turistico e le eccellenze del territorio (come quelle vitivinicole), grazie al supporto dell’ampio bacino del volontariato.

Condividi l'articolo