Trovata l’intesa sui centri estivi in Friuli, aprono le iscrizioni

Le linee guida per le iniziative estive per i bambini.

I centri estivi in Fvg sono pronti a partire da mercoledì 3 giugno.  Le linee guida per l’avvio del servizio sono frutto di una collaborazione tra il vicegovernatore della Regione Riccardo Riccardi, l’assessore regionale alla Famiglia Alessia Rosolen e la Protezione civile. Il documento dovrà essere approvato dall’Istituto superiore di sanità.

“Il riavvio dei centri estivi rappresenta un passaggio fondamentale per la fase 2 – commenta Riccardi -. Con la ripresa del lavoro, le famiglie devono poter contare su questi supporti”. Inoltre, i protocolli stabiliti dalla Regione fissano le distanze di sicurezza, l’uso dei dispositivi di protezione e il numero massimo di bambini. “Sarà data molta attenzione anche alla formazione degli educatori e verranno sensibilizzate le famiglie sui comportamenti corretti in modo da evitare nuovi focolai”, spiega Rosolen.

Per Rosolen, le linee guida nazionali sono particolarmente rigide per le attività dedicate ai bambini dagli zero ai tre anni. “Il Governo – evidenzia l’assessore – ha posto una serie di condizioni che amplifica le difficoltà. Avevamo due ipotesi: temporeggiare in attesa di Roma o proporre soluzioni per sbloccare la situazione. Noi siamo autonomi, virtuosi e, soprattutto, vogliamo dare risposte“.

Anche Udine si prepara all’attivazione dei centri estivi. Infatti, dalla prossima settimana saranno aperte le iscrizioni. “Finalmente – sottolinea l’assessore all’Istruzione Elisa Asia Battaglia – le tanto attese linee guida sono arrivate e dal mese di giugno partiremo con il servizio”. Per velocizzare le tempistiche, l’assessore ha incontrato i presidenti di quartiere per condividere le iniziative estive per i bambini.

(Visited 8.950 times, 16 visits today)

Note sull'autore