In Fvg le luci dei teatri accese per protesta a un anno dalla chiusura

Praticamente tutti i teatri del Fvg aderiscono alla protesta di Unita.

Teatri illuminati in tutta la regione, stasera, per mantenere viva l’attenzione ad un anno dalla chiusura di tutte le sale d’Italia. Anche i teatri del Friuli Venezia Giulia, infatti, accolgono a “Facciamo luce sui teatri” la proposta di Unita, l’Unione nazionale interpreti teatro e audiovisivo, ad illuminare stasera, 22 febbraio, dalle 19.30 alle 21.30 le facciate di quelli che sembrano essere diventati dei luoghi abbandonati.

Dopo un anno, diverse iniziative porteranno dunque una luce simbolica sui teatri italiani, gli artisti, le compagnie e le maestranze che compongono il mondo dello spettacolo dal vivo.

Il Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia provvederà a un’illuminazione di gala sulla facciata del Politeama Rossetti di Trieste e davanti all’ingresso principale chiunque vorrà passare potrà lasciare al personale del teatro un messaggio scritto, di riflessione su questi mesi senza spettacoli o di speranza per la riapertura. Nello spazio esterno saranno diffuse inoltre suggestioni sonore: le voci di grandi personalità, protagoniste allo Stabile – fra gli altri Giorgio Strehler, Vittorio Gassman, Omero Antonutti, Giorgio Albertazzi, Gigi Proietti – e alcuni brani tratti dai più amati musical ospitati al Politeama.

Il Teatro Nuovo Giovanni da Udine sarà illuminato da immagini che lo ritraggono nel pieno delle attività, nei suoi momenti belli che ora sembrano così lontani. Sei video dai titoli evocativi – Paesaggi nascosti, Visioni sonore, Fra un tempo e l’altro, Teatrovagando, Forbici colla e fantasia, Ieri e domani – firmati dalla casa di produzione udinese Agherose saranno proiettati sulle ampie vetrate dell’edificio per restituirci un po’ delle grandi emozioni che solo il teatro sa suscitare: dal palcoscenico così come è vissuto dagli “addetti ai lavori”, alle visite guidate teatralizzate, ai laboratori per bambini che tanto successo hanno ottenuto in tutte le loro edizioni, per chiudere con un segnale di speranza: le immagini del pubblico nella sala grande e nel foyer.

Le luci del Teatro Verdi di Pordenone brilleranno anche ad illuminare le installazioni in versi di Pier Paolo Pasolini e Sylvia Plath tatuate sulla facciata del Teatro pordenonese che, ancora una volta, fa del suo edificio un contenitore totale di cultura.

L’Ente regionale teatrale del Fvg aderisce all’iniziativa accendendo le luci dei “suoi” teatri in tutta la regione: Teatro Mons. Lavaroni di Artegna, Teatro Adelaide Ristori di Cividale del Friuli, Teatro Odeon di Latisana, Teatro G. Verdi di Maniago, Teatro Comunale di Monfalcone, Teatro Zancanaro di Sacile, Teatro Arrigoni di San Vito al Tagliamento e Teatro L. Candoni di Tolmezzo. Otto teatri in altrettanti Comuni a testimoniare il vuoto che questi mesi di chiusura hanno lasciato nelle comunità e, allo stesso tempo, un messaggio di vicinanza rivolto al pubblico, con la speranza di poter riprendere le Stagioni teatrali dove sono state interrotte.

Anche il Css, Teatro stabile di innovazione del Friuli Venezia Giulia, aderiscono accendendo le luci sul San Giorgio e sul Palamostre di Udine così come sul Pasolini di Cervignano.

Stessa sorte a Osoppo con gli attori di Anà-Thema Teatro che illumineranno la loro “Corte” e riflettori puntati anche sul Teatro Verdi di Gorizia e il Comunale di Monfalcone.

(Visited 267 times, 1 visits today)

Note sull'autore