Il prete di Gorizia che ha aiutato Raoul Bova a diventare don Matteo

Don Karel è il mentore del nuovo protagonista di Don Matteo.

Don Karel Bolčina, prete per la comunità slovena di Gorizia, ha aiutato Raoul Bova a comprendere il ruolo di sacerdote. Il prete della città goriziana è andato fino a Spoleto per incontrare il noto attore, che sarà protagonista della celebre serie targata RAI 1 “Don Matteo”.

L’occasione è nata grazie all’amicizia di Don Bolčina con Luca Barnabei, produttore cinematografico e direttore della casa di produzione Lux Vide: “Io e Luca siamo entrati in amicizia molto tempo fa e ci siamo subito trovati sulla stessa lunghezza d’onda, specie per quanto riguarda la fede e la visione della Chiesa”, racconta Don Bolčina.

L’esperienza.

“È stato lo stesso Barnabei a chiedermi di aiutare Raoul Bova nella preparazione del nuovo ruolo che interpreterà nella serie – spiega il prete – all’inizio mi aveva detto che avrei dovuto ospitare l’attore a casa mia, ma per diversi impegni, per esempio Raoul doveva fare delle riprese, avevamo lasciato la cosa in sospeso”. Poi, Don Bolčina ha ricevuto una nuova chiamata da Barnabei: “Mi ha telefonato dicendomi che Raoul ha detto che aveva bisogno di me“. Così, prima dell’inizio delle riprese, Don Bolčina ha raggiunto l’attore.

“Premetto che io non ho mai avuto modo di conoscere Raoul Bova, se non come attore, ma come tutti – continua Don Bolčina – quando ci siamo visti, domenica sera, abbiamo iniziato a vivere le ore insieme“. Il prete racconta che Raoul ha subito capito come è essere un prete del XXI secolo, che non stava parlando con un sacerdote di una grande città, come Roma o Milano, ma di una piccola realtà.

L’esperienza ha dato insegnamenti anche allo stesso Don Bolčina: “Posso dire che è stata un’avventura particolare perché ho capito due cose. La prima che l’apparenza davvero inganna sempre. Come attore Bova sembra un po’ triste, affranto, invece si è rivelato gioviale, aperto, disponibile, per niente tirato o ambizioso. La seconda che Raoul si è dimostrato essere una persona molto profonda e un attore riflessivo: lui voleva davvero capire cosa significasse diventare prete ed esserlo”.

Il dopo Terence Hill.

L’aiuto di Don Bolčina è stato fondamentale per Bova che per la nuova stagione di “Don Matteo” dovrà sostituire Terence Hill nel ruolo. “Lascio a tutti immaginare cosa vuol dire prendere il posto dopo 20 anni di Terence Hill – afferma Don Bolčina -. Raoul stesso lo sa e infatti ha un po’ di timore. Però dovrà concentrarsi su un nuovo stile di prete“.

“Rispetto all’inizio, dove ho pensato di andare, fare le mie cose e tornare, ho dato piena disponibilitàa Raoul – afferma il prete -. Sono disposto a consigliarlo anche in seguito”. Don Bolčina è convinto che l’attore sarà capace di svolgere nel migliore dei modi il suo incarico e, infatti, conclude dicendo: “Sono sicuro che Raoul riuscirà a dare una nuova bella anima del prete“.

(Visited 3.789 times, 1 visits today)
Autore: Jeena Cucciniello

Note sull'autore