Impennata di contagi, la Croazia adesso rischia la zona rossa

I dati sulla Croazia zona arancione.

La Croazia non è più zona verde per quanto riguarda i contagi da Covid-19 in aumento a causa della variante Delta. Secondo i dati dell’ultimo monitoraggio del Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie, la zona è diventata arancione, ma potrebbe trasformarsi in rossa la prossima settimana.

Le mappe sono pubblicate ogni giovedì a sostegno della raccomandazione del Consiglio su un approccio coordinato alla restrizione della libera circolazione in risposta alla pandemia, adottata dagli Stati membri dell’UE. Le mappe si basano sui dati comunicati dagli Stati membri al database del Sistema di sorveglianza europeo entro il martedì.

Slovenia e Italia per il momento restano in zona verde (ciò significa che il tasso di notifica a 14 giorni è inferiore a 50 e il tasso di positività al test è inferiore al 4%; o che il tasso di notifica a 14 giorni è inferiore a 75 e il tasso di positività al test inferiore all’1%). Gli altri colori possibili sono giallo, arancione, rosso e rosso scuro.

Dal ministero degli Esteri invitano inoltre alla prudenza per gli spostamenti fuori dal Paese in quanto non si possono escludere ulteriori restrizioni che rischierebbero di complicare eventuali rientri in Italia.

Condividi l'articolo