La spiaggia di Lignano Pineta non è a misura dei bambini? “Ci sono problemi di spazio”

Le osservazioni dei genitori sulla spiaggia di Lignano Pineta.

Poco spazio per i bambini, mancanza di aree gioco, ombrelloni talmente tanto stretti da rendere quasi impossibile qualsiasi gioco. Una pioggia di critiche è arrivata dalle mamme in vacanza in questi giorni a Lignano dopo l’assegnazione al comune della Bandiera Verde 2021, che certifica proprio il fatto che le spiagge sono a misura di bambino. In tanti genitori hanno segnalato, invece, la stortura tra il riconoscimento e la reale situazione in cui si troverebbero gli arenili e non solo. E puntano il dito, quasi all’unisono, contro Pineta. “C’è assenza di spazi dedicati ai bambini/ragazzi al bagno 3 di Lignano Pineta“, ha detto un genitore. “Mi ritrovo in spiaggia ad assistere alle ingiustizie che vengono fatte a bambini e ragazzi da parte di gente “adulta” ma ignorante”, ha aggiunto un altro.

La situazione di Lignano.

A spiegare com’è realmente la situazione e perchè la Bandiera Verde sia pienamente meritata ci pensa, però, il sindaco Luca Fanotto. “Pineta è una delle 27 concessioni demaniali e il comitato che valuta l’assegnazione della Bandiera considera una serie di parametri tra cui anche la presenza di parchi e di servizi delle strutture ricettive. Fin dagli anni Settanta Lignano ha puntato come target sulle famiglie con bambini, che qui trovano oggi un luogo ideale per le vacanze.”, premette.

Fanotto è sicuro che il concessionario terrà, comunque, in considerazione le lamentele delle famiglie, ma ricorda come “sul nostro territorio abbiamo continuato a lavorare tanto per i bambini con nuovi giochi e servizi. Da poco è stato aperto anche lo skate park, un’area bellissima che nasce proprio per i più giovani”.

Anche Manuel Rodeano, presidente di Lisagest, la società che ha in gestione le spiagge di Sabbiadoro, ci tiene a precisare “come il coronavirus abbia complicato molto le cose, ma quest’anno è stata riprogrammata l’animazione per i bambini, con il mini club e gli impianti gioco”. “Quello che si poteva fare è stato fatto – prosegue il presidente -. E abbiamo ricevuto tanti apprezzamenti. Poi bisogna ricordare che la spiaggia di Pineta non ha le dimensioni di quella di Sabbiadoro e al problema dell’erosione si è aggiunto quello della pandemia. Mancando lo spazio diventa tutto più difficile”.

Condividi l'articolo