Dopo la vittoria alle elezioni, imbrattata la sede di Fratelli d’Italia in Fvg

Le scritte sul muro della sede di Fratelli d’Italia a Trieste.

A poche ore dalla vittoria alle elezioni politiche di Fratelli D’Italia la sede del partito di Trieste è stata imbrattata con delle scritte offensive.

Ora e sempre fasci appesi” recita la scritta comparsa vicino al muro della sede del Partito di Giorgia Meloni. Sull’atto vandalico, con tutta probabilità commesso nella notte, indagano ora le forze dell’ordine.

“Il rispetto, anche verso chi ha idee opposte alla proprie, è alla base della democrazia e della politica. Imbrattare vigliaccamente la sede di un partito con frasi ingiuriose e minacciose non è politica, è un reato”.

Solidarietà a Fratelli d’Italia arriva anche consigliere Pd e vicepresidente del Consiglio regionale del Fvg, Francesco Russo. “Azioni criminali come queste sono solo codardi e odiosi reati che intaccano i princìpi più basilari della nostra convivenza civile e che si sottraggono al confronto democratico. Nelle sedi istituzionali, come abbiamo sempre fatto, continueremo a confrontarci anche se su posizioni spesso antitetiche, ma oggi – conclude l’esponente dem – voglio esprimere piena solidarietà ai dirigenti e ai militanti di Fratelli d’Italia di Trieste”.

“Il rispetto, anche verso chi ha idee opposte alla proprie, è alla base della democrazia e della politica. Imbrattare vigliaccamente la sede di un partito con frasi ingiuriose e minacciose non è politica, è un reato”, conclude Russo.

Condividi l'articolo